Gravidanza e micronutrizione - micronutrizione e Gravidanza

La micronutrizione  si occupa della nutrizione delle cellule e valuta l’influenza della stessa sull’espressione dei geni. Linus Pauling (1901-1994)  è il fondatore della medicina ortomolecolare, o micronutrizione, mediante la quale si cura l’organismo fornendogli quantità ottimali delle sostanze di cui ha naturalmente bisogno.

Quali sono i micronutrienti?

  • Le vitamine,
  • i minerali,
  • gli oligoelementi,
  • gli acidi grassi,
  • gli aminoacidi,

essi sono fondamentali per realizzare una vita sana e per ridurre il rischio di sviluppo di malattie degenerative.

La creazione di un nuovo essere vivente rappresenta uno degli avvenimenti più importanti della vita. A questo proposito, la gravidanza è una delle fasi più importanti dell’esistenza, poiché assicura la continuità della specie attraverso una straordinaria avventura biologica.
Va infatti a creare, partendo da una cellula diploide, lo zigote, nato dall’unione dell’ovulo e dello spermatozoo, un individuo composto da diversi miliardi di cellule che saranno sistemate ed organizzate in funzione di una precisa e rigorosa programmazione iscritta nel patrimonio genetico di ogni nuovo essere.

Se la qualità del genoma ereditato da questo individuo è critico, l’esecuzione del progetto richiede la disponibilità di materiale da costruzione che utilizza una moltitudine di molecole diverse, la cui disponibilità è direttamente legata all’alimentazione materna. Quindi l’ambiente nutrizionale della futura mamma durante la gravidanza (e anche prima: durante il periodo pre-concepimento!) ha un ruolo determinante per uno sviluppo ottimale del bambino e la conservazione della salute della mamma. In tal senso seguire  da un punto di vista  nutrizionale e micronutrizionale una gravidanza, porrebbe le basi per migliorare la salute psico-fisica della gestante e del nascituro.

Il consiglio nutrizionale personalizzato della gestante o della signora che desidera una gravidanza, si basa su una valutazione sia anamnestica che basata sulla biologia nutrizionale.

Tra i parametri nutrizionali figurano:

· Ecosistema Intestinale

· Profilo acidi grassi

· Valutazione della metilazione

· Vitamine B6, B9, B12

· Ferro, Zinco, Rame, Selenio

· Vitamine A, D

· Stato antiossidante

Numerosi studi hanno dimostrato che l’alterazione di questi parametri compromette significativamente un buon svolgimento della gravidanza con conseguenze potenzialmente deleterie per mamma e bambino.

La loro valutazione permette di indagare sullo stato nutrizionale della paziente per migliorarne le eventuali alterazioni o squilibri .

L’apparato digerente femminile durante la gravidanza è messo a dura prova, poiché le sue prestazioni sono sollecitate durante questo periodo altamente anabolico. Digestione, assimilazione dei nutrimenti e integrità dell’ecosistema intestinale devono essere ottimizzate con consigli igieno-dietetici, adattamenti alimentari e l’utilizzo personalizzato e adeguato degli integratori. Diversi studi sottolineano l’importanza dell’integrazione con probiotici nei casi di disfunzione della barriera intestinale, i disturbi sistemici multiorganici e gli squilibri immunitari, tra i quali le allergie. L’integrazione adeguata della madre con probiotici durante la gravidanza, ha la capacità di influenzare i parametri immuni nel feto così come fattori immuno-modulatori nel latte materno.

I bambini di madre con terreno a rischio atopico possono avere una riduzione del rischio di allergia a 12 mesi se la gestante ha assunto probiotici durante la gravidanza e l’allattamento. L’assunzione di probiotici contribuisce alla prevenzione anche del parto prematuro. Alcune analisi permettono di scoprire la disbiosi (alterazione della flora intestinale) e le micosi coloniche.

Gli acidi grassi omega-3  rappresentano una famiglia di molecole di importanza capitale per la salute. Gli acidi grassi omega-3 sono considerati essenziali per l’uomo poichè non è in grado di sintetizzarli partendo da altre molecole. Devono quindi essere forniti tali e quali tramite l’alimentazione.

Numerosi studi hanno dimostrato il ruolo capitale di un apporto ottimale di acidi grassi omega-3 a catena lunga per la salute della mamma e del feto durante la gravidanza. L’ideale sarebbe che la concentrazione in acidi grassi omega-3 fosse ottimale anche in fase pre-concepimento.

Le reazioni di metilazione giocano un ruolo essenziale perla salute dell’individuo. Intervengono in non meno di 200 reazioni del nostro metabolismo, soprattutto durante la detossinazione del controllo epigenetico dell’espressione dei geni.

Deficit di metilazione spesso legati ad un deficit di vitamine B9 e/o B12 e all’iperomocisteinemia sono associate a:

·  Aborti ricorrenti

· La mancata chiusura del canale neurale (spina bifida)

· Maggiori rischi di pre-eclampsia

I dosaggi di omocisteina e vitamina B9 e B12 dovrebbero essere proposti a tutte le donne che desiderano una gravidanza e tutti i deficit di metilazione dovrebbero essere corretti prima del concepimento. Scorte sufficienti di ferro, zinco, selenio ma anche di vitamine A, D, E, e B6 sono indispensabili tra gli altri per permettere il buon svolgimento della gravidanza.

La gravidanza è una prova altamente anabolica che necessita di mitocondri ben funzionanti.  Minerali e vitamine sono indispensabili per una attività mitocondriale efficace. Le carenze possono causare uno stress ossidativo per un aumento di produzione dei radicali liberi. Questa situazione può essere associata ad aborti spontanei, ritardi della crescita intra-uterinie pre-eclampsia.

Il dosaggio e la correzione di questi parametri micro-nutrizionali sono importantissimi perché il miracolo della vita possa compiersi serenamente.

Affrontare la gravidanza in stato di stress, di angoscia, con una vita trepidante offre al bambino un ambiente in cui avrà difficoltà a svilupparsi armoniosamente.

Sappiamo che il nostro genotipo (bagaglio genetico con cui nasciamo) si trasforma nel nostro fenotipo (insieme dei caratteri che l’individuo manifesta) grazie a fattori nutrizionali, ambientali e di stile di vita.
L’espressione dei geni è modulata dai nutrimenti e le proteine codificate dai geni funzionano grazie a coenzimi vitaminici e minerali.

L’epigenetica, scienza che dimostra l’influenza dell’ambiente sul funzionamento dei geni, ci conferma che i geni si esprimono o no in funzione delle nostre abitudini, del nostro modo di vivere, della nostra relazione con la natura, della nostra alimentazione, ma anche, purtroppo in funzione dei numerosi inquinanti a cui siamo esposti.

Sappiamo che i nutrimenti sono comunicazione. La comunicazione cellulare è l’insieme di meccanismi che permettono ad una cellula, ad un tessuto, ad un organismo di ricevere, interpretare e rispondere a segnali emessi da altre cellule o dall’ambiente. L’emissione dei messaggi, la loro recezione, la loro traduzione e le rispettive risposte appropriate necessitano di molecole informative, il cui messaggio è decodificato dalle proteine recettrici e tradotto da sistemi intracellulari prima di esser trasformato in risposta specifica dalla cellula bersaglio.

Un’alimentazione ottimale è capace di soddisfare i bisogni metabolici, cioè procurare alle cellule, dopo digestione e assorbimento, la quantità e la diversità di molecole necessarie al loro funzionamento ideale. Deve essere anche in grado di soddisfare i fattori edonistici. 

L’impatto dell’inquinamento sul feto è enorme, la maggior parte delle sostanze tossiche passa la barriera placentare: i pesticidi, i conservanti, i coloranti...

L’ alimentazione contemporanea è provvista di una quantità esagerata di grassi saturi e « trans » e povera o sprovvista di acidi grassi poli-insaturi. Un apporto soddisfacente di acidi grassi della serie omega 6 e omega3 sono indispensabili per la formazione ed il buon funzionamento di tutte le membrane cellulari. Questi acidi grassi sono inoltre i precursori di sostanze come le prostaglandine che esercitano una funzione di regolazione cellulare importantissima e sono coinvolte nella regolazione del flusso sanguigno alla placenta e quindi alla crescita e sviluppo del feto. Svolgono inoltre una funzione capitale nella fisiologia del parto.

Il feto nell’utero possiede un tratto intestinale sterile, la colonizzazione da parte di batteri è un fenomeno rapido che inizia con il parto. La colonizzazione dell’intestino dipende principalmente da fattori ambientali e dal tipo di parto

I bambini nati con il cesareo non sono colonizzati dagli stessi batteri che quelli che nascono per via naturale, dove sono i batteri della vagina e del perineo della mamma che colonizzano l’intestino del bambino. E’ quindi molto importante badare all’igiene intestinale della mamma e a un buon equilibrio della flora. I bambini nati con il cesareo sono colonizzati dai batteri della sala parto, batteri completamente estranei alla flora normale. In questi casi è importante ricorrere all’uso dei probiotici. Sarà poi l’allattamento al seno a modulare la flora intestinale del neonato.

La flora intestinale esercita degli effetti importantissimi sulla mucosa intestinale e sulla maturazione del sistema immunitario del bambino. Il funzionamento del sistema digestivo dipende da un rapporto armonioso tra i tre elementi che lo costituiscono che chiamiamo ecosistema intestinale: il sistema immunitario che si trova nello spessore della parete intestinale, la mucosa e la flora intestinale.

L’intestino è la pietra miliare della salute ed anche per questo il neonato è dipendente dalla salute della mamma.

I campi d’azione della micronutrizione sono molteplici, in primo luogo la nutrizione preventiva, che oltre alla sua importanza nell’aiutare a vivere bene e invecchiare bene, aiuta a ridurre il rischio di sviluppare malattie degenerative, ha indiscutibilmente un effetto importante sul benessere e sulla salute.

L’impatto della nutrizione sulla salute si svolge durante tutta la vita e, in particolare, durante periodi importanti nel divenire dell’uomo. 

Gli apporti nutrizionali ricevuti prima e durante la gravidanza e nel periodo post-natale condizionano lo stato di salute del bambino e del futuro adulto così come certi avvenimenti della vita intrauterina vengono memorizzati dal feto e forgeranno la sua personalità d’adulto.

La fertilità e lo sviluppo del feto sono estremamente dipendenti da un buon ambiente nutrizionale.

E’ infatti dalla qualità dell’ovulo e dello spermatozoo e dall’ambiente nutrizionale che dipende la qualità delle cellule che costituiscono l’embrione. E’ dalla salute fisica, emozionale ed affettiva dei genitori che dipende la salute e lo sviluppo armonioso del bambino. La fase fetale della vita umana è il periodo di massima vulnerabilità e adattabilità ai fattori ambientali. E’ fondamentale attirare l’attenzione su questo fatto, elemento indispensabile per una gravidanza consapevole.

Le donne giungono al momento del concepimento con, molto sovente, un’alimentazione squilibrata e carente, e avendo subito durante molti anni dei fattori di aumento dei bisogni micronutrizionali come lo stress, la pillola, le altre gravidanze.

Il concepimento è un momento in cui lo stato nutrizionale è particolarmente importante, in quanto l’embrione, nei primi stadi, è nutrito unicamente dalle cellule della mucosa uterina tramite un meccanismo di osmosi.

La gravidanza influenza il metabolismo di tutti i nutrimenti e vi è una modificazione della loro utilizzazione. Questi cambiamenti metabolici dipendono dall’alimentazione prima della gravidanza, dalle determinanti genetiche della mole del feto e dal modo di vita della mamma. Durante la gestazione i bisogni nutrizionali aumentano a causa dello sviluppo del feto e della costituzione delle sue riserve micronutrizionali, della formazione di nuovi tessuti come la placenta e il liquido amniotico, e dell’espansione dell’utero, delle ghiandole mammarie, della massa sanguigna e per alcune modificazioni del metabolismo. 

E’ fondamentale poter sensibilizzare i futuri genitori ad una filiazione consapevole che includa una preparazione micronutrizionale nella presa a carico globale, che permetta un’ottimizzazione della salute dei genitori prima di concepire. Preparare il proprio corpo ed il proprio spirito alla gravidanza permette di accogliere il bambino nelle migliori condizioni. E’ indispensabile prendere coscienza del proprio corpo,  così sovente maltrattato, un corpo che accoglierà un bambino.

Delle misure preventive permettono di vivere una gravidanza sana e felice:

· smettere tutte le droghe (tabacco, medicine, alcool..)

· detossinazione cellulare ed epatica

· ottimizzazione della digestione

· scelta di un’alimentazione densa e poco calorica

· integratori alimentari per curare certe carenze.

Il papà dovrebbe fare la stessa cosa, in quanto la sua igiene di vita è importante come quella della mamma. I genitori trasmettono un’eredità che tramite loro marcherà la vita di quelli o quelle che vengono al mondo. 

E’ primordiale che i genitori siano coscienti della loro responsabilità. Il padre deve aiutare la madre ad essere serena affinché i figli ereditino le sue qualità spirituali, devono restare temperati nel bere e nel mangiare affinché i figli ereditino la migliore salute possibile. L’imprinting della vita embrionale poi fetale e della nascita non riguarda solo la salute futura, ma la nostra vita relazionale e sociale, il nostro atteggiamento di base verso la vita, orienta la nostra aggressività, la nostra fiducia, la nostra capacità di amare.

Ognuno di noi, non solo le madri e i padri, ha una responsabilità verso le generazioni non ancora nate per assicurare che le loro vite siano il più possibile sane e gratificanti.
In questo modo si può considerare la gravidanza cosciente come un atto ecologico, in quanto la salute ed il modo di essere dei futuri esseri ne dipende interamente.

 

immagine di copertina di Mimi Ikonn

Ritratto di Diana Yedid

Posted by Diana Yedid

Diana Yedid, dopo la specializzazione in Fitoterapia, Micronutrizione ha conseguito altre specializzazioni nell’ambito delle Medicina Integrata: Medicina Nutrizionale e Funzionale, Floriterapia, Fitoterapia e Integratori alimentari e in Medicina Metabolica Funzionale. Vanta esperienza trentennale nell’ambito della Medicina Naturale su largo spettro: Alimentazione Fitoterapia, Floriterapia, Micro-Macronutrizione, accompagnamento alla Gravidanza Pre-Post Natale, Infertilità Di Coppia, Accompagnamento Pre e Post Natale bimbi 0-12, formazione e reclutamento del Personale Medico/Terapeutico per “SturtUp” centri di Medicina Integrata. Il suo nome è collegato alle ricerche scientifiche pionieristiche e allo studio nel campo del "Microbiota intestinale"

Nel 2009 fonda la società “DYD Medicina Integrativa
Nel 2011 inaugura il sito e il Percorso Natural Birth, dedicato interamente alle mamme, ai papà e ai bambini.
Ha organizzato eventi e conferenze in asili, centri e scuole per l’infanzia sull’accompagnamento Nutrizionale, Alimentare e Fitoterapico.
Dal 2014 Responsabile Scientifico della scuola di Alta Formazione in Medicina Integrata.
Dal 2015 Ideatrice e responsabile dei centri Affiliati di P.N.A.  Procreazione naturalmente assistita® 

CV Completo http://www.dydnaturalbirth.it/naturopatia/DianaYedid.pdf
Siti: www.dydmedicinaintegrativa.it - www.dydnaturalbirth.it
Email: dianayedid599@gmail.com - info@dydmedicinaintegrativa.it

weleda

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina